[metaslider id=248]

L’applicazione SME - Smart Maintenance Engine si rivolge ad organizzazioni che utilizzano e/o gestiscono in outsourcing delle reti di terminali remoti dislocati sul territorio per distribuire servizi (es. biglietterie, servizi ATM) o somministrare risorse (es. punti di ricarica di energia elettrica, punti di rifornimento idrocarburi).

Normalmente, tali organizzazioni si servono di un Servizio di Manutenzione che:

–monitorizza il funzionamento dei terminali;

–ne assicura l’operatività con interventi ordinari di assistenza e di rifornimento (First Line Maintenance);

–risolve gli eventi di guasto guidando il processo di ripristino con l’attivazione dei tecnici manutentori (Second Line Maintenance).

SME costituisce lo strumento indispensabile per definire politiche proattive di intervento e quindi per esercitare efficacemente la Manutenzione preventiva del parco macchine.

Dall’analisi sistematica dei dati di effettivo utilizzo delle macchine e degli interventi manutentivi, SME:

  • discrimina gli interventi di riparazione del guasto da quelli di assistenza e rifornimento;

  • stima l’affidabilità effettiva di ciascun modello di terminale e dei suoi assiemi componenti;

  • Indica nel tempo i terminali più a rischio dove concentrare prioritariamente le azioni di manutenzione preventiva;

  • Monitorizza il comportamento del processo di manutenzione / riparazione svolto da ciascun subcontractor fornendo indicatori quantitativi di prestazione (KPI) e verificando il rispetto dei Service Level Agreements (SLA).

SME permette di

–Usufruire dei vantaggi propri di una efficace politica di manutenzione preventiva ovvero di una riduzione dei life cycle costs;

–Migliorare i rapporti con i Fornitori degli apparati comparando specifiche e comportamento effettivo sul campo;

–Migliorare i rapporti con i Maintenance Providers in base ai dati reali di comportamento dei loro processi manutentivi;

–Migliorare la Soddisfazione dei clienti grazie all’aumento del grado di disponibilità e di produttività dei terminali;

–Dislocare meglio i terminali sul territorio in funzione delle prestazioni effettivamente ottenibili e del loro fabbisogno manutentivo.